La filosofia di un imprenditore ribelle: La storia di Patagonia

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Let my people go surfing: La filosofia di un imprenditore ribelle è un saggio che racconta la storia della nascita del brand Patagonia, raccontata dalla voce del suo ideatore e fondatore.

Yvon Chouinard non si definisce un imprenditore.

Sono prima di tutto arrampicatore, surfista, kayakista, sciatore e fabbro.

L’idea del libro nasce per raccontare a tutti i dipendenti, sparsi nelle varie sedi, la storia di come è nato il brand per cui lavorano, e quali sono gli ideali che ne stanno alla base. Successivamente, visto il successo iniziale, il manuale è stato tradotto e diffuso in tutto il mondo.

Patagonia – nata in una prima fase come azienda di produzione da attrezzi da arrampicata (la Chouinard Equipment) – è figlia di un gruppo di amici appassionati di sport estremi che decidono di dare vita a una linea di prodotti innovativi, sotto tutti i punti di vista. Nel corso del tempo si evolve fino a diventare quella che conosciamo oggi, un brand di abbigliamento sportivo di alta qualità.

Rivedendo insieme i punti chiave del libro, ecco quanto ci portiamo a casa dal nostro dibattito del Book Club.

Filosofia del Design

Il prodotto deve essere: unico, versatile, sostenibile, riparabile.

Un prodotto di qualità in mano a qualcuno che ne ha imparato l’uso e la manutenzione durerà di più. Questo va a vantaggio non solo di chi lo possiede e lo utilizza, ma anche di qualcosa di più grande: una maggiore durevolezza significa che dobbiamo consumare meno materiale ed energia, produrre meno (il che ci lascia più tempo per fare cose che consideriamo importanti o piacevoli) e distruggere meno (creando meno scarti).

 

A tal proposito, è diventata iconica la loro campagna di marketing Don’t buy this Jacket, dove i clienti venivano invitati a portare i loro capi di abbigliamento danneggiati in uno dei negozi Patagonia, dove avrebbero trovato addetti ai lavori pronti a riparare il capo, cucirlo o aggiustarlo, al fine di non gettare via un prodotto ancora funzionante.

L’innovazione, nasce quindi da un’opposizione alla produzione indiscriminata dei brand di abbigliamento.

Filosofia delle Risorse Umane

All’interno di questo capitolo emerge il motivo del titolo, che attinge al grande pacchetto di benefit aziendali destinati ai dipendenti di Patagonia. Infatti, essendo tutti appassionati di sport, un punto fondamentale rimane quello di poter praticare attività sportiva. Ogni dipendente ha il diritto di “poter andare a surfare” se le onde sono adatte, o di poter andare a sciare se ha appena fatto una bella nevicata. L’importante è portare a termini i propri compiti, e, da quanto emerge da Yvon, nessun dipendente ha mai approfittato dei benefit loro offerti.

Filosofia della Sostenibilità

Buona parte dell’imprenditoria è ostile alla natura, distrugge le culture autoctone, ruba ai poveri per dare ai ricchi e avvelena la terra con gli scarichi delle fabbriche. Ma l’imprenditoria può anche produrre cibo, curare malattie, controllare la crescita demografica, dare lavoro e in generale arricchire le nostre vite. E può farlo guadagnandoci e senza rinunciare alla propria anima. 

Patagonia, oltre a essere azienda certificata B-Corp, devolve l’1% delle sue vendite totali a gruppi ambientalisti. Inoltre è un’azienda attiva politicamente nella conservazione del territorio e dell’ambiente.

Insieme, nel Book Club di martedì, abbiamo parlato di come poter applicare alcuni dei grandi esempi virtuosi del brand nella nostra realtà, e di come il rispetto del capitale umano e dell’ambiente in cui viviamo sia un tema di cui sì, se ne sta parlando molto, ma che a quanto pare ancora non è attuale in un paese come l’Italia.

Tacoma

Tacoma

Tacoma

Tacoma nasce per supportare le imprese nel loro costante percorso di crescita verso il successo, fornendo loro soluzioni su misura per renderle consapevoli, riconoscibili, attrattive per tutti gli stakeholders.